Comunità di Sant’Egidio e Enel Cuore presentano le iniziative per proteggere gli anziani dal caldo e dalla solitudine

Roma, 27 giugno.

Oggi alle ore 11.30 presso la sede della Comunità di Sant’Egidio, si è tenuta la conferenza stampa congiunta – Comunità di Sant’Egidio – Enel Cuore Onlus per la presentazione delle iniziative in favore anziani, che proprio nei giorni delle ondate di calore si intensificano.

Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, ha fatto il punto sulle attività del Programma ” Viva gli Anziani!”, avviato nel 2004, proprio come risposta alla strage di anziani del 2003 avvenuta in Europa durante le ondate di calore.

Come ha sottolineato Impagliazzo, quella che allora venne recepita come una emergenza,  è divenuta una costante della vita del pianeta negli ultimi decenni: il riscaldamento globale sempre più ci riguarda e va affrontato con azioni efficaci di protezione della popolazione più fragile. Il Programma ” Viva gli Anziani!”rappresenta una risposta efficace a queste nuove sfide in termini di prevenzione dei danni sulla salute degli anziani e di contrasto  dell’isolamento sociale, vero killer dei nostri giorni.

Il Programma “Viva gli Anziani!” oggi vive una fase di grande sviluppo grazie al fondamentale contributo di  Enel Cuore Onlus: oltre a Roma è attivo a Novara, Napoli, Genova, Catania, Ferentino, Amatrice e raggiungerà 14 città e piccoli centri italiani nell’arco del prossimo anno.

Andrea Valcalda, consigliere delegato di Enel Cuore, ha sottolineato la proficua collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio e la sintonia, che si è creata attorno ai temi della sharing economy, sviluppata dalla Comunità sia nelle esperienze di cohousing sia nel coinvolgimento di circa 450 attivisti, con una particolare sottolineatura per gli attivisti seniores, che contribuiscono alla realizzazione del Programma in tutta Italia.

Guarda il video della conferenza stampa

 

 

 

 

 

 

 

 

vai alla pagina del Programma

per approfondire vai sul sito della Comunità di Sant’Egidio

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *